7 errori da evitare quando crei i tuoi giochi di marketing

7 errori da evitare quando crei i tuoi giochi di marketing

I concorsi sono estremamente popolari online e sui social media. Ogni anno vengono lanciati più di 20.000 giochi nuovi. I gratta e vinci, i giochi a “vincitore istantaneo” e le estrazioni di premi sono strumenti di marketing molto potenti se utilizzati correttamente.

Sei un professionista della comunicazione o del marketing che ha intenzione di lanciare un gioco promozionale online? Non importa quali siano i tuoi obiettivi strategici, pianificare il tuo progetto è essenziale se decidi di avventurarti nel mondo dei giochi di marketing. Per creare un gioco coinvolgente per il tuo pubblico, ecco 7 errori da evitare a tutti i costi.

Errore n°1: preoccuparti più del tuo ROI che degli utenti

L’organizzazione di giochi di marketing richiede un notevole investimento di tempo e denaro. Quando si crea un gioco, si mira ovviamente a generare un buon ritorno sull’investimento per la propria azienda. Il che può tradursi in una raccolta di dati postali, indirizzi e-mail, lead… Gli obiettivi sono, soprattutto, commerciali.

Ma un approccio del genere, troppo centrato sul business, può avere conseguenze avverse per la tua società. Se qualcuno vuole partecipare al tuo gioco di marketing (nonostante tutti gli inviti promozionali giornalieri che ricevono!), si aspettano, in cambio, che ti preoccupi di loro e della loro esperienza. I tuoi interessi di raccolta dati non li interessano minimamente.

Se loro vi stanno offrendo il loro tempo, in cambio devi offrire un’esperienza interattiva e piacevole che gli lascerà una bella impressione duratura. Il tuo gioco deve essere accessibile in pochi clic e deve essere estetico e facile da usare. Sin da subito, metti l’utente al centro del tuo  piano per massimizzare il ritorno che speri.

Errore n°2: offrire un’esperienza di gioco di bassa qualità

Come accennato in precedenza, è essenziale porre l’esperienza dell’utente al centro del tuo gioco di marketing. Completare il progetto internamente è possibile ma rischioso. Si tratta di un progetto su larga scala che richiederà una serie di competenze in concettualizzazione, integrazione, ergonomia e interfaccia reattiva, solo per citarne alcuni. Inoltre, il design del tuo gioco di marketing ricoprirà un ruolo chiave nel catturare l’attenzione del tuo pubblico.

Utilizzare una piattaforma di gamification come Drimify offre diversi vantaggi:

mobile gamers

Errore n°3: offrire premi deludenti

I giocatori vogliono divertirsi, ma il premio in palio è una forte motivazione per partecipare ai giochi. Un buono regalo di basso valore non attirerà l’attenzione dei visitatori. In questo modo, il tuo gioco cadrà nel dimenticatoio. O, ancora peggio, può ledere l’immagine del tuo marchio e il modo in cui il pubblico lo percepisce.

I tassi di conversione più alti si verificano, ovviamente, quando in palio ci sono premi di viaggio o di vestiti. I dispositivi high-tech (TV 3D, smartphone, ecc.) sono i secondi in lista. Tuttavia, non è strettamente necessario che i premi abbiano un alto valore di mercato.

Nel tuo primo concorso, è più importante offrire prodotti omaggio e premi relativi alla tua azienda. In questo modo, l’utente avrà la possibilità di scoprire meglio il tuo marchio. Questo andrà a beneficio sia tuo che del partecipante. Ci sono decine di modi per premiare efficacemente il vincitore di un concorso e trasformarli in un vero e proprio ambasciatore per la vostra azienda nel processo.

Pensa a ciò che è più rilevante per il tuo target di riferimento: quest’ultimo può avere delle aspettative sulla società e sui suoi premi (materiale, utilità dell’oggetto messo in palio).

Errore n°4: non dire le regole del gioco

Affinché il tuo gioco di marketing abbia successo, è essenziale presentare chiaramente le regole del gioco e anche i termini e le condizioni ufficiali del concorso.

Regole del concorso

Se non presenti sin da subito i termini e le condizioni di partecipazione a un gioco di marketing, si corre il rischio che i visitatori non rispettino le dinamiche del gioco, poiché non le conoscono. Consigliamo di fare un paio di prove su alcune persone prima di lanciare il tuo concorso. In questo modo, saprai che le regole e la modalità di registrazione al concorso sono state correttamente presentate ai partecipanti.

Regolamenti giochi di marketing

A seguito della decisione presa dalla Corte di Giustizia della Comunità Europea nel 2014, le leggi nazionali sono state semplificate: non è più obbligatoria la presentazione dei regolamenti a un ufficiale giudiziario, ma è comunque fortemente consigliato.

Utilizzando un creatore di giochi come Drimify, avrai accesso a dei modelli di note legali che potrai personalizzare. Questo è un altro ottimo motivo per utilizzare una piattaforma di gioco.

Rules of the competition poorly indicated on mobile phone

Errore n°5: Usare un tipo di gioco che non è adatto al tuo obiettivo di marketing

Prima di immergerti nella diffusione del tuo concorso, assicurati di aver stabilito un obiettivo chiaro. Se l’obiettivo è quello di aumentare l’engagement, non tutti i formati di gioco saranno adatti.

Per coinvolgere il pubblico di riferimento, non offrire loro un questionario base. Piuttosto, chiedigli di creare i propri contenuti attraverso produzioni artistiche, concorsi fotografici, ecc. L’idea di Adobe si rivelò geniale grazie ai loro concorsi creativi come il concorso Art and Soul in collaborazione con la Pixar e anche la sfida della tavola da skateboard con Tony Hawk.

La scelta del gioco è molto importante: deve essere accessibile, popolare e divertente. Ogni formato è più adatto a particolari codici di marketing piuttosto che ad altri. Qui su Drimify abbiamo parecchia esperienza in merito, offrendo dai semplici gratta e vinci alla ruota della fortuna, senza dimenticare i quiz interattivi e i giochi di memoria.

Errore n°6: sottovalutare l’esposizione di un gioco

Come puoi pensare al successo della tua campagna senza un piano di marketing adatto? La pubblicazione del gioco non sarà, di per sé, sufficiente. Devi fornire i mezzi adeguati per rendere il tuo evento visibile online e attirare la folla.

Più promuovi il gioco, maggiori possibilità avrai di ottenere una risposta incredibile alla tua campagna. Utilizza tutte le forme di distribuzione a tua disposizione: sito web, social media, pubblicità, piattaforme di concorrenza, newsletter, codice QR… Perché non collabori con gli influencer? Sono una delle migliori risorse per interagire con la tua community e rendere la tua campagna virale.

Errore n°7: lanciare il tuo gioco di marketing online in un momento sbagliato

Un fattore molto importante: valuta attentamente la data di lancio del tuo gioco di marketing. Se la data coincide con un evento nazionale o con le vacanze scolastiche, questo potrebbe avere un impatto considerevolmente negativo sul lancio della tua campagna (a meno che non stai lanciando una campagna dedicata a quell’evento, naturalmente).

Pensa al tuo pubblico target e alle loro abitudini. Se si tratta di un gioco dedicato ai tuoi colleghi, puoi benissimo lanciarlo durante le ore di ufficio, ma se il tuo gioco è rivolto ai viaggiatori, potrebbe essere meglio lanciarlo a pranzo o la sera.

Con Drimify non farai più errori

Come hai notato, la creazione di un gioco di marketing richiede un po’ di pianificazione. Per garantire il successo della tua campagna di marketing, ti consigliamo di utilizzare una piattaforma dedicata come Drimify per accompagnarti nella creazione del tuo progetto. Dicci cosa hai bisogno e risponderemo alle tue domande.

Drimify Marketing Game creation interfacearketing

Crediti fotografici Brooke Cagle, Afif Kusuma, Kelly Sikkema su Unsplash

Altre risorse

Blog

12 motivi per scegliere Drimify

Personalizzazione avanzata della grafica

Semplice integrazione

Famosi concept di gioco

Ottima esperienza di gioco

Tecnologia HTML5

Multipiattaforma (cellulare e PC)

Branding e co-branding

Multilingue

Hosting CDN ultraveloce

White label

L’offerta più competitiva sul mercato

Consegna rapida

Prova Drimify